Come costruire un’auto elettrica PER BAMBINI

Come costruire un’auto elettrica PER BAMBINI: Un’auto elettrica che può trainare un carretto di quattro ruote è un gioco che delizia qualsiasiCome costruire un'auto elettrica bambino e che può essere facilmente costruito spendendo poco.

La macchina, azionata da un motore elettrico, raggiunge una velocità dai 10 ai 12 km orari e può rimorchiare un carretto, un triciclo o un altro gioco simile. Il motore è alimentato da una batteria per auto, che una volta caricata, darà l’energia per un paio di giorni.

Il telaio dell’auto si fa di legno duro di 48 x 48 mm. L’interasse è di circa 80 cm, mentre le dimensioni generali del telaio sono a discrezione del costruttore. La larghezza del telaio è di soli 30 cm., ma è sufficiente. Il pianale di legno compensato di 12 mm. di spessore si estende dalla parte frontale fino all’asse posteriore. Il resto del telaio rimane aperto per lasciare lo spazio alla puleggia motrice. Questo pianale è fissato con viti, dopodiché si passa al montaggio delle assi.

L’asse anteriore, di acciaio, si fissa in una scanalatura longitudinale praticata in un abitacolo diCome fare un'auto elettrica PER I BAMBINI1 legno di 48 x 72 mm. L’asse dello sterzo si fa con un pezzo di tubo o barra cilindrica di acciaio laminato di 2 cm. di diametro e come volante se ne usa uno simile a quello della Ford Model T, se si riesce a trovare. Dopo aver montato questo pezzo nel telaio si colloca nell’estremo opposto una grande bobina di legno. Ci si avvolge una corda sottile e resistente e si fissano le sue estremità all’asse anteriore (è il meccanismo di direzione). Si noti che una delle estremità di questa corda non va collegata direttamente all’asse ma solo attraverso una molla in acciaio. Quest’ultima ha il compito di mantenere la corda tesa. L’intero meccanismo è molto ben visibile nella figura, che mostriamo al lettore per togliersi ogni dubbio.

In seguito si procederà a montare il motore. Questo viene fissato su staffe angolate usando bulloni per il fissaggio sul pianale. La posizione migliore per il motore è direttamente sotto il sedile del guidatore, come mostrato nella figura. Per le trasmissioni un po’ dietro dell’asse posteriore si monta un albero sopra i cuscinetti comuni. In questo albero si fissano una puleggia grande, allineata con la puleggia del motore, e una puleggia più piccola ad ogni estremità. Queste pulegge andranno dopo accoppiate a pulegge più grandi, di circa 20 cm. di diametro, fisse sulle ruote posteriori. Queste pulegge devono essere separate dalle ruote, per cui si inserisce tra le ruote un cerchio di ferro di diametro adeguato. Questi hanno dei fori per viti e di 6 mm. su entrambi i lati, per assemblarsi ai giunti.

La chiave di accensione del circuito tra la batteria e l’avviamento: un semplice interruttore azionato dal piede del conducente mette la macchina in movimento quando viene premuto.

Quando si solleva il piede dal pedale l’interruttore si apre e l’auto si ferma. Questo interruttore siCome fare un'auto elettrica PER I BAMBINI colloca sotto il telaio e il motore si connette al pedale di accensione con una pezzo di ferro 18 x 3 mm. adeguato di lunghezza. L’interruttore si fa con una piastra grossa in ottone o rame e si costruisce come indicato nella figura. Può anche adattarsi a questo uso un interruttore comune. I contatti devono essere fermi, altrimenti inutilizzabili in poco tempo. Il pedale di avviamento passa attraverso il pianale e viene fatto con una pezzo di ferro piegato ad angolo retto sopra al quale si attacca un tubo di gomma per formare una superficie antiscivolo. In assenza di gomma può essere avvolto uno strato di nastro isolante. Il pedale si fissa di modo che possa girare su un blocco di legno montato sotto il pianale. Questo blocco deve essere montato saldamente in modo che non si allenti dopo i ripetuti sforzi a cui verrà sottoposto.

Per le connessioni tra il motore e la batteria si deve usare un cavo grosso per auto. Il cavo di alimentazione non è sufficiente per portare la necessaria corrente che serve al motore. L’apertura automatica del circuito si assicura con una molla fissa al pedale. La tensione di questa molla si determina sperimentalmente.

Completato il telaio, solo manca fare la carrozzeria. Può essere utilizzata la lamiera o la tela dipinta. Si noti che le fiancate sono in compensato, in modo che solo manca aggiungere il tettuccio superiore. Questo deve essere facilmente removibile nella parte posteriore per aggiungere acqua alla batteria e avere accesso all’auto, oliarla, ecc…

Possono essere aggiunti da fari da bicicletta, trombette, ecc, che possono essere alimentati dalla stessa batteria.

Prima della verniciatura, si liscia bene il legno e si passano un paio di mani di gommalacca, che poi verranno levigati di nuovo. La verniciatura finale, che può essere fatta a pennello o spruzzo, è a criterio del costruttore.

Un commento

  • Ottavio Emanuele

    iL PROGETTO SEMBRA MOLTO INTERESSANTE. Trovo però che le spiegazioni per la realizzazione sono eccessivamente sintetiche, almeno per un inesperto come me. Avrebbe dei piani costruttivi più particolareggiati o un elenco di tutto quello che serve (pulegge, cinghie, motore, cavi, interruttori etc.?) Grazie se mi darà assistenza. e complimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.