Come costruire un DIVANO libreria

Come costruire un divano libreria, introduzione:

Il mobile di cui stiamo per parlare, il cui modello mettiamo a disposizione del lettore, non è solo un comodo divano, ma anche una libreria. Qui potranno essere conservati, sempre a portata di mano, i propri libri preferiti che, la sera dopo una giornata di lavoro, aiuteranno a liberare laCome costruire un divano libreria 1 mente dalle preoccupazioni quotidiane.

Questo divano-libreria ha solo bisogno che il suo costruttore mantenga una particolare attenzione ai dettagli, per essere così rifinito in maniera consona. Avrà bisogno di una corretta confezione, del falegname, dell’ebanista e di colui che fa il tappezziere per diletto, perché si richiede anche una giusta esecuzione sia del cuscino di seduta e che di quelli decorativi.

Al fine di non ostacolare la personale iniziativa di ogni hobbista, che sempre segue un suo caratteristico segno distintivo nei lavori che compie, non entreremo nei dettagli della sua realizzazione. Non bisogna dimenticare che, una delle cose che sosteniamo degli amanti del fai da te è la capacità di trovare il modo per svolgere le competenze di tutti.

La figura indica anche le dimensioni del mobile, mentre i disegni mostrano in dettaglio il montaggio di uno dei lati.

Ovviamente questo divano può avere altezze diverse, ma sarebbe comunque meglio evitare un mobile pesante o troppo ingombrante.

Viceversa, se si aumenta la lunghezza e la profondità di 29 cm circa, si avrà un divano che potrà essere un letto, che spesso può risultare utile, che si trovi in città o in una seconda casa, quando un parente o di una visita in modo inaspettato.

Come costruire un divano libreria, materiali:

Ognuno potrà scegliere il legno che più gli piace: il rovere, sia chiaro, scuro o verniciato, permetterà di fare un mobile elegante che, senza spendere troppo, servirà per arredare lo studio dell’hobbista o per completare una sala pranzo in stile olandese.

Come costruire un divano libreria 2Il noce o mogano darebbero un look più ricco a questo mobile, però sono legni più costosi, che non ci sentiamo di consigliare per questo tipo di lavoro. Per quello che riguarda il cuscino di seduta e quelli decorativi, questi variano in qualità, colore o fantasia con l’arredamento della stanza dove il divano deve essere collocato. Per una sala da pranzo, il chintz con grandi fiori sembra essere il più adatto.

Per quanto riguarda la sala o lo studio, consiglierei un velluto inglese, sia semplice o con frange colorate, in base a come si intona meglio. Scegliere la seta non ci sembra conveniente, troppo ricco, visto che questo tipo di mobile non giustificherebbe tale rivestimento.

Dovrà essere riempito l’interno dei cuscini con piume visto che l’ovatta si appallottola facilmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.