Come cromare metalli. Processo di cromatura

Come cromare metalli. Processo di cromatura, introduzione:

Quando si ha bisogno che le superfici siano particolarmente resistenti e durature si è scoperto che la cromatura è la migliore cosa da fare. Rispetto al diamante, a cui per la proporzione daremo un 10 e l’acciaio degli strumenti, che va da 5 a 7, il cromo vale 9. Applicato direttamente sull’acciaio, consente di utilizzare uno strumento il quadruplo del tempo in più e oltre, rispetto all’ordinario.

Come cromare metalli. Processo di cromatura, il lavoro di cromatura:

Le figure 1 e 2 mostrano una sistemazione adeguata per piccoli lavori di cromatura; unaCome cromare i metalli - Processo di cromatura - fig. 1.2 struttura di legno o metallo con una base di legno, un riscaldatore elettrico a gas, un pentolino con acqua, nel quale si pone un contenitore di vetro o porcellana. Quest’ultimo contiene una soluzione di cromatura, che viene mantenuta ad una temperatura uniforme dall’acqua calda. Sotto il vasetto si pongono dei blocchi distanziatori per evitare il contatto diretto con la pentola. La struttura ha anche un braccio pilota, che è imperniato in modo che l’anodo può lentamente immergersi nella soluzione di cromatura fino a che la corrente corretta di flusso sia registrata a 0,50 ampere. Quando l’anodo, che è piombo, è stato sommerso fino al punto richiesto, il braccio si fissa in questa posizione sulla struttura, fino al termine della cromatura. Nel caso di lavori sostanziali, è consigliato impiegare un commutatore controllato da un termostato immerso nell’acqua, che mantiene uniforme automaticamente la temperatura, chiudendo e aprendo la corrente del riscaldatore elettrico. Cromando, la soluzione evapora rilasciando dei gas con violenza, che non devono essere respirati perché sono dannosi per le mucose del naso e della gola. Per evitare questo, si pone un ventilatore tra l’operatore e il serbatoio, in modo che i gas siano evacuati attraverso la finestra aperta. Un’altra precauzione per evitare spiacevoli conseguenze a causa delle inalazioni di gas, è spalmarsi di vasellina il naso (all’interno), soprattutto quando si tratta di lavoro lungo. È consigliabile, inoltre, indossare guanti di gomma per operare in modo più sicuro. Tuttavia, se accidentalmente schizzasse la soluzione sulle mani di chi lavora queste dovranno essere lavate immediatamente con acqua corrente per evitare scottature.

Come cromare metalli. Processo di cromatura, rimuovere la ruggine:

Nei pezzi da cromare è necessario rimuovere la ruggine, anche se una pulizia scrupolosa come per quasi tutti i bagni metallici non è essenziale per cromare, perché l’acido stesso è più efficace del sapone o di qualsiasi altro solvente. Per disossidare si prepara un bagno di acido cloridrico e acqua (vedere la formula sotto la figura 5).Come cromare i metalli - Processo di cromatura - fig. 5 Si riscalda a bagno maria a una temperatura di 50° centigradi e vi si immergono gli oggetti arrugginiti. Strati di ruggine minori si dissolvono in circa 10 minuti, ma se la quantità di ruggine accumulata è grande è necessaria un’ora. Poi si spazzola e si risciacqua bene.

La levigatezza della superficie cromata varia a seconda della superficie dell’oggetto cromato,Come cromare i metalli - Processo di cromatura - fig. 6 come illustra la fig. 6. Pertanto, è necessario livellare la superficie dell’oggetto, prima di iniziare l’operazione.

La prima cosa da fare con superfici molto ruvide è molareCome cromare i metalli - Processo di cromatura - fig.8 con una pietra adatta. Poi si lucida con una lucidatrice rotante (fig. 8), fatta in cotone, cosparso di burro di silicioprima, e poi tripoli. Per la pulizia finale si usa un lucidatore di flanella a gran velocità di rotazione, aggiungendo terra di Tripoli. I fori, come quelli delle forbici, resistono alla cromatura perché l’idrogeno generato è sufficiente per allontanare il cromo dalle superfici adiacenti.

Il risultato della cromatura dipende dal mantenere la percentuale della soluzione di solfato nei limiti richiesti, dal mantenere costante la temperatura della soluzione a 35 °C e applicare la giusta quantità di corrente che è di 7,5 ampere per 9 decimetri quadrati di superficie da cromare. Una soluzione efficace per la cromatura si compone di:

Come cromare metalli. Processo di cromatura, soluzione efficace di cromatura:

25,5 g. di acido cromico, 20 g. di acido solforico e 475 g. di acqua distillata.

Queste proporzioni dovrebbero essere mantenute scrupolosamente. L’acido cromico commerciale ha una bassa dose di solfato e questa carenza richiede l’aggiunta di una piccola quantità di acido solforico con contagocce. Quando si ha la giusta quantità di solfato, si produce un deposito di cromo brillante alla temperatura di 55° centigradi, a condizione che si applichi Come cromare i metalli - Processo di cromatura - FIg. 4l’amperaggio corretto. Per testarlo, aggiungere goccia a goccia l’acido solforico cromando un pezzo di prova. La tabella della figura 4 indica le proporzioni esatte di corrente richiesta, da 1 a 100 centimetri quadrati. L’alimentazione è fornita da una batteria di accumulatori da 6 volt. Il polo negativo si collega all’oggetto da cromare e il positivo passa attraverso l’amperometro all’anodo, come mostrato nelle figure 1 e 2. Conviene usare un fil di ferro grosso ben protetto con gomma o un cavo flessibile di dimensioni abbastanza grandi perché non si scaldi eccessivamente quando passa una corrente considerevole. Se uno qualsiasi dei tre fattori su cui l’esito dell’operazione fallisce, il deposito di cromo sarà latteo, squamoso, difettoso. I primi 5 secondi determinano il tipo di deposito, ma di solito sono necessari 20 minuti per formarsi uno strato di spessore soddisfacente. Se il deposito all’inizio non è corretto, si può pulire sommergendo l’oggetto nella soluzione indicata per eliminare la ruggine, riscaldandola.

Come cromare metalli. Processo di cromatura, anodi:

Pezzi da cromare di forma particolare richiedono anodi di conformazione speciale perché il cromo si deposita prima nelle parti dell’oggetto prossime all’anodo. Nella figura 9 si illustranoCome cromare i metalli - Processo di cromatura - fig. 9 diversi metodi per spaziare la superficie dell’anodo equidistante dall’oggetto da trattare. Superfici curve, tali come i riflettori, si fanno ruotare pochi gradi ogni minuto per ottenere una cromatura uniforme. Tutto il complesso si sommerge nel bagno e si mantiene in movimento costante mentre si fa cromare. Il flusso di corrente si determina dall’area di piombo sommersa, ed è necessario effettuare prove preliminari per determinare il diametro richiesto per dare il corretto amperaggio all’area destinata alla cromatura. Per cromare le superfici grandi la corrente forte richiesta esige buoni contatti tra il materiale da trattare e il cavo della batteria. Quando possibile si salda il cavo al pezzo da cromare; negli altri casi si utilizza un fermaglio a molla, da cambiargli posizione durante il processo per evitare punti senza cromatura. L’area della pinza deve sommarsi a quella del materiale per ottenere un calcolo corretto della corrente necessaria.

Come cromare metalli. Processo di cromatura, miniature e ornamenti:

Miniature e ornamenti si cromano meglio in soluzioni di cromatura diluite. Si comincia l’operazione a corrente inferiore a quella indicata nella tabella 4 e si aumenta la corrente gradualmente fino al massimo durante il processo del bagno. Oggetti di forme irregolari non sufficientemente pronunciati per permettere degli anodi di forme speciali, devono mantenersi in movimento costante nel bagno per assicurare uno strato uniforme di cromo da tutte le parti. Se si vogliono trattare altri materiali differenti dall’acciaio, dal rame o dal nichel, devono essere nichelati o immersi nel bagno di rame prima di essere cromati. Per l’affilatura o la resistenza all’uso negli attrezzi basterà una cromatura di un decimo di millimetro o poco più. Per cromare gli attrezzi si calcola un eccedente per affinare la superficie fino a formare un filo ben tagliente, motivo per cui si richiede un deposito più grande.

Come cromare metalli. Processo di cromatura, la fase finale:

Come cromare i metalli - Processo di cromatura - fig.10Una volta terminata l’operazione di cromatura, quando lo spessore di deposito è sufficiente, si lava l’oggetto in acqua corrente e si copre di segatura, che lo asciuga e impedisce la formazione di macchie di acqua (Figura 10).Come cromare i metalli - Processo di cromatura - fig. 11

Dopo averla usata, la soluzione di cromatura aumenta il suo contenuto di solfato e la qualità del cromo si riduce in proporzione. L’aggiunta di carbonato di bario, come mostrato nella figura 11, neutralizzerà però il solfato. Questa miscela si agita e si lascia riposare, dopodiché si filtra il liquido chiaro. Si unisce infine acido cromico e una piccola quantità di acido solforico per dare alla soluzione la sua forza originale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.